ECOWAY! Scelte concrete di design responsabile

by admin, 23 dicembre 2010

green

Negli ultimi anni si fa spesso un gran parlare di soluzioni “green”, attenzione all’ambiente, rispetto per il territorio e le sue risorse: ma cosa c’è di concreto? Quali sono le reali soluzioni adottate per mantenere elevati standard qualitativi nella produzione di oggetti e arredi e, contemporaneamente, “muoversi” secondo rigide regole di responsabilità ambientale?

La prima cosa è sostanzialmente la presa di coscienza che le azioni intraprese per produrre mobili, arredi e soluzioni estetiche, hanno ovviamente un impatto su tutto quello che ci circonda. Questo consapevolezza ha portato molte aziende a monitorare l’andamento della frequenza e dell’importanza di ogni specifico impatto ambientale, come ad esempio:

  • utilizzo delle energie e delle risorse naturali,
  • produzione di rifiuti,
  • emissioni in atmosfera,
  • rilasci nel suolo,
  • inquinamento acustico

In particolare, quando pensiamo a questa “responsabilità ambientale” l’associazione mentale ci porta subito davanti agli occhi la gestione dei rifiuti o il ri-utilizzo dei materiali.

Tuttavia, come avviene in una realtà dinamiche come Berloni, è necessario avere un’attenzione di più ampio respiro e agire concretamente a partire dalla progettazione, quando cioè si “pensa” il nuovo prodotto, valutando l’impatto dello stesso in tutto il suo ciclo di vita: in questo senso un esempio è la progettazione di pareti attrezzate in legno modulari e quindi riutilizzabili.
La parete così pensata non è costituita da fianchi interi, ma da elementi verticali più piccoli, collegati tra loro, per permettere il massimo adattamento ai diversi contesti e un loro riposizionamento in un nuovo ambiente riducendo i rifiuti ed evitando gli effetti sull’ambiente legati al ricorso ad una nuova intera produzione.

ecoway

Molto importante è anche l’incentivazione di comportamenti responsabili da parte di tutti gli addetti ai lavori.

La ricerca del contenimento degli impatti ambientali passa infatti attraverso la promozione di un atteggiamento fattivo di tutela dell’ambiente, che Berloni stimola svolgendo interventi formativi interni. Inoltre tale promozione si sta progressivamente dirigendo anche verso gli altri soggetti coinvolti nella realizzazione del prodotto e nelle diverse fasi del suo ciclo di vita (es. fornitori, appaltatori, trasportatori, installatori, utilizzatori, ecc.) (Berloni Ecoway)

Questa visione responsabile condivisa porta poi più facilmente verso una drastica riduzione dei rifiuti e al recupero degli stessi, e verso la tutela delle acque grazie all’eliminazione di tutti gli scarichi idrici industriali.

E i materiali?

Qui lo scenario è particolarmente importante, perché si tratta sempre di abbattere lo spreco di materie prime mantenendo un elevatissimo grado di qualità. Come fare dunque?

Un esempio è l’adozione dello standard FSC-STD-40_004, producendo pannelli grezzi e nobilitati con materiale riciclato post consumo: questi rispettano le normative di settore prevedendo basse emissioni di formaldeide (classe E1).
Inoltre, è fondamentale il cambio dei cicli di verniciatura passando da prodotti vernicianti a base solvente a prodotti vernicianti a base acquosa, garantendo così una notevole riduzione nell’emissione di gas-serra.

Un’attenzione a 360° dunque, sia per l’ambiente sia alla qualità dei prodotti: una “green vision” che deve fondersi con l’intera organizzazione ed i suoi processi, per essere concretamente incisiva!

Commenta la notizia

Lascia questi due campi così come sono: